.

.

giovedì 23 marzo 2017

SYDE BY SYDE - PRECARI A VENEZIA

Turchia, Grecia, Ungheria, Gran Bretagna. Ma anche India, Corea e America del Nord. A oggi, in tutto il mondo, sono più di settanta i muri eretti a confine nazionale. Muri che sono destinati ad aumentare. Muri che dividono e discriminano. Muri che non sono solo quelli a migliaia di chilometri da noi che impediscono alle persone di muoversi liberamente. I confini più pericolosi, quelli che a lungo andare ci presenteranno il conto più salato, li troviamo nelle nostre città. Li troviamo nei sindaci che rifiutano di accogliere nel proprio comune, li troviamo nei comitati di quartiere anti-immigrato, li troviamo nella distruzione degli appartamenti destinati ai migranti. Troppo spesso ormai capita di leggere notizie del genere. Segnali di razzismo dettati dalla paura e dall'ignoranza che non possiamo permetterci di accettare come la normalità. Il razzismo non è accettabile in nessuna sua forma. Non si può permettere che diverso diventi sinonimo di pericoloso. Per questo e per molti altri motivi, e a seguito dell’appello della ong greca City Plaza volta a una mobilitazione internazionale, domenica 19 Marzo oltre cinquemila persone hanno partecipato al corteo Side by Side a Venezia.

mercoledì 22 marzo 2017

SANPRE AROUND THE WORLD - FARO


Continua la saga dei precari disseminati per il pianeta. Oggi siamo a Faro nel bel mezzo del "parque natural da Rio Formosa", dove le terre portoghesi, mediate dalla laguna, incontrano le acque dell'Atlantico. Quale miglior immagine per inaugurare una nuova primavera!?

martedì 21 marzo 2017

IF THE KIDS ARE UNITED...

                     
E' cosi' che comincia questa Domenica precaria. Risveglio su note e parole che suonano come  stimolo, incoraggiamento, forse addirittura come presagio. Il nostro Cap sa come stimolare la ciurma e farla scendere dal comodo letto, ancora sotto le grinfie di Morfeo, con il coltello già ben serrato tra  i denti ancor prima dello scontato spazzolino. Oggi nulla dovrà esser dato per scontato. Questa volta non avverto la speranza di potersela giocare con i primi della classe (mai battuti in stagione), ma  la  consapevolezza tra l'altro molto oggettiva che,se i ragazzi saranno uniti, per la capolista  la trasferta in quel di Voltabarozzo potrebbe sembrare più una ferrata proibitiva su una cima appenninica innevata, che una pedalata in pianura, a prescindere da quel che sarà il risultato. 

domenica 19 marzo 2017

E COME PER MAGIA...LA SANPRE VOLLEY SI GIOCA I PLAYOFF



La stagione 2016/ 2017 è iniziata per la Sanpre Volley con giusto un paio di domande: chi caspita ci allena quest’anno? Dove ci alleniamo che il Cornaro è chiuso per lavori?
Interrogativi risolti con non poche difficoltà, per permettere alla squadra di affrontare la terza novità dell’anno: per la prima volta ci siamo ritrovati ad affrontare il campionato UISP di A1.


giovedì 16 marzo 2017

SanPrecario WelcomeTeam - Quei de soto el saeon 11 - 2

CHIUSURA COL BOTTO!!!
IL NOSTRO WELCOME TEAM CONCLUDE PRIMO IN CLASSIFICA LA STAGIONE REGOLAMENTARE DEL CAMPIONATO UISP 2016-17!

Impossibile spiegare le emozioni che stiamo provando in questo momento...

sabato 11 marzo 2017

LA PRIMA VOLTA NON SI SCORDA MAI. PRECARIO AI QUARTI DI COPPA

Giovedì 9 Marzo. Serata di coppa. Si gioca sui campi di mezza Europa: Roma - Lione, Rostov - Manchester, Bronzola - San Precario. Partite di livello, partite da dentro o fuori che si portano dietro quell’aria che aleggia all’ombra delle grandi imprese. Ci si gioca i quarti di finale e ci si crede, nonostante l’avversario di giornata abbia perso due partite in tutto l’anno! Se siamo in giornata ce la possiamo giocare con chiunque! Ore 20.30. Squadre schierate in attesa del fischio. Brusio ed ansia da prestazione… D’improvviso il cielo fosco della campagna veneta si illumina a festa. Sono i supporter precari. Disagio e fumogeni, stil novo e gran casse. Tutto pronto, la sfida può cominciare.

venerdì 3 marzo 2017

IL RISVEGLIO DELLA FORZA


Quei de soto el Saeon - SanPrecario Welcome Team  5 - 3

RETI: Mirko (2), Steven (!), Fix, Dario.
Non è facile riuscire a buttare giù due righe con tutta questa adrenalina in corpo, nonostante sia passato un giorno mentre scrivo mi tremano ancora le gambe dall’euforia, ma spero di riuscire a fare un'analisi oggettiva.

mercoledì 22 febbraio 2017

E SIAMO ANCORA VIVI

di Leo Pilla
Il calcio non è una scienza. Il calcio e’ inesatto, è magia.
Quella sfera chiamata palla custodisce al suo interno qualcosa di mistico. Qualcosa che la fa elevare dalle più razionali logiche del ragionamento umano.
Nella partita ventidue corpi la rincorrono e lei per lo più sfugge al loro controllo. Ammaestrarla è cosa per pochi, ci si riesce solo durante alcuni concreti momenti della gara. Momenti che possono risultare decisivi, talvolta fatali.
Lo stadio. I tifosi circondano il terreno di gioco. Loro gridano e saltano, si toccano la faccia, i capelli ed il mento, si mordono le labbra. Poi si uniscono e cantano insieme.