.

.

domenica 6 agosto 2017

SANPRE AROUND THE WORLD - PORTOGALLO

Cabo de São Vicente 

"La vergine dei primi viaggi
che danza di pace e tempesta.

La via delle grandi battaglie.
Di sguardi che abbatton confini 
e morti che affogan profonde
mangime di pesci e di sale.

Parlami mare, custode e visione
del buio che oggi ci avanza."

T.Errant

martedì 27 giugno 2017

Atleta e Donna - le barriere del professionismo sportivo























12 luglio 2017 - Free Sport Area all'interno dello Sherwood Festival 2017

La società maschilista e patriarcale investe anche lo sport. Siamo ancora costretti a parlare di tutele e di maternità per le donne che praticano attività sportive: dal dilettantismo alle esperienze personali delle atlete, dalla scelta obbligata “figli o carriera”, al silenzio delle istituzioni sportive e governative. Cosa comporta essere donna e atleta ai nostri tempi? Come iniziare percorsi di cambiamento e consapevolezza?

Ne discutiamo con:

Luisa Rizzitelli (Presidentessa Assist - Assist - Associazione Nazionale Atlete)
Antonella Bellutti (Campionessa olimpica di ciclismo)
Arianna Cau (Campionessa di snowboard e Wakeboard) 
Silvia Bortot (Campionessa italiana di pugilato ed europea di K-1)
Ragazze nel Pallone 

Introducono e moderano:
Francesca Masserdotti e Hilary De Luca (Polisportiva SanPrecario - Le Granate).

Alla fine dell'incontro verrà presentato e proiettato "A Qualcuna Piace il Calcio", progetto audiovisivo nato nel 2014 per raccontare lo sport femminile.(Daylight production)

sabato 24 giugno 2017

SANPRE AROUND THE WORLD - TEOTIHUACAN

Seconda tappa della sessione estiva '17 della saga "SanPre ArouNd The WoRld".  

Continua il vagabondaggio planetario dei precari, oltre i confini e le barriere nazionali, alla ricerca dello scatto giusto per il contest "brutte facce, bei posti".

Oggi siamo a Teotihuacan, complesso architettonico costruito a oltre 2.300 metri di altitudine e situato a 40 km da città del Messico, nel cuore di uno dei  più grandi ed antichi siti archeologici americani.

Sullo sfondo la piramide del sole. 71 metri di altezza e di mistero. Si stima che la sua costruzione risalga al I a.c. ad opera di una fiorente civiltà precolombiana di cui le fonti storiche poco sanno e poco raccontano. 

Così come poco sappiamo dei motivi che portarono tal civiltà ad abbandonare e far cadere in disgrazia questo e gli altri monumenti che costituivano Teotihuacan, "la città degli dei"


venerdì 23 giugno 2017

25/06 - Dibattito "We Want To Play" - Cambiamo l'articolo 40 del NOIF!



Lo sport è un’attività umana che si fonda su valori sociali, educativi e culturali essenziali. È un fattore di inserimento, di tolleranza, di accettazione delle differenze e di rispetto delle regole. L’accessibilità alla pratica sportiva è un diritto universale ed inalienabile e dove tale diritto non è rispettato è compito di 
atleti, società e federazioni nazionali adeguare ad esso i regolamenti e le norme. 
A partire dal percorso della campagna We Want to Play, nata appunto con l'obiettivo di togliere le discriminazioni sui tesseramenti FIGC, proveremo a costruire un’analisi dello stato di salute del sistema calcistico italiano e a capire come possiamo muoverci per cambiare le regole.
Ospiti: 
- Giuseppe Ruzza (FIGC Veneto)
- Carlo Balestri (Uisp Nazionale)
- Avv. Jacopo Tognon (Centro Diritti Umani dell'Università degli studi di Padova)

Nessuno è illegale per giocare a pallone!

#WeWantToPlay #sp07 #sherwood17 #Padova #lovesport #hateracism

SANPRE AROUND THE WORLD - BARCELLONA

Per la serie brutte facce bei posti, comincia l'ennesima sessione estiva della saga "SanPre aRouNd The WoRld". La ciurma precaria continua a varcar confini alla faccia dei cantori del tempo dei muri.

martedì 30 maggio 2017

SANPRE BASKET - MEGLIO SECONDI ALTRIMENTI SEMBRA CHE CE LA TIRIAMO


“Ma quella squadra di basket fortissima che ha falsato il campionato con le sue prestazioni al limite dell’onnipotenza, è poi riuscita a vincere?”
“Ehm, no. Hanno preso venti pigne in finale”.
“C’era da aspettarselo”.

Succede in un bar dell’Arcella. Tra un porco sull’infortunio di Valentino Rossi e una lacrima per l’addio di Totti, i commenti sulla SanPrecario dei miracoli ancora si sprecano tra le fila dei pensionati.
E in effetti, come dargli torto. Una stagione regolare pressoché perfetta, una serie di semifinale che bagnerà i nostri sogni ancora per molto tempo e una finale persa in pieno stile precario. Diciamocelo, vincere sarebbe stato un po’ anacronistico. Va bene così.

lunedì 29 maggio 2017

SAN PRECARIO SPORT FESTIVAL 2017 - IL DECENNALE




Altro giro altro regalo. E quest’anno il pacco è bello grande, con la carta buona, quella che vostra madre conservava nel mobile in alto, quella che dovevi stare attento a scartare, con i disegni d’autore e i dettagli che sbrilluccicano. Non stiamo infatti parlando di un semplice festival della San Precario, il secondo, cosa che da sola basterebbe a farti esclamare “Apperò!”. Questo giro ricorreva anche il decimo anniversario della nascita dei palloni con la cresta. Uno di quegli eventi che nell’immaginario collettivo per ordine di importanza si colloca direttamente tra natale e pasqua.

martedì 9 maggio 2017

RIGA PIU' RIGA MENO...CE NE ANDIAMO AI PLAY-OFF!

Domenica 30.Finisce Aprile e finisce anche un altro campionato;ma fortunatamente non è così per tutti. La SanPre si gioca l’accesso ai play-off per essere promossa in 2a categoria. L’ avversario di giornata è il Perarolo che all’andata ci rifilò un secco 2-0 nella nebbia di Vigonza e che oggi o vince o rimane fuori. Dopo una settimana intensa con tre allenamenti, spesso sotto il diluvio, siamo pronti ad inseguire la sesta vittoria consecutiva centrando la serie positiva più lunga della storia bianco-granata. Per quanto siamo pronti, questa domenica abbiamo dovuto anche segnare il campo da soli: sabato pomeriggio una delegazione precaria armata di gesso e di passione, ha tirato le linee fondamentali, poi è sopravanzato il buio rendendo impossibile continuare. A un’ora dalla partita mancavano solo il cerchio centrale e le lunette dell’area di rigore e già i dirigenti avversari storcevano il naso verso l’Egregio, che dal canto suo non sapeva che dire. Ascoltiamo il discorso di mister Selmani, ci prepariamo e chi parte dalla panchina finisce di segnare il terreno di gioco. Dopo un’attenta misurazione millimetrica mia e di mister Selmani, convinciamo l’Egregio che è tutto apposto: si può cominciare. Olè!